Archivi categoria: Protezioni

Scarpe da moto: le giuste per la sicurezza

Viaggiare in sella a una moto, con il vento che accarezza il viso e scompiglia i capelli, indossando una camicia bianca in lino con il sole che tramonta alle spalle di chi domina la strada è uno dei sogni più ricorrenti.

Ma è bene che resti soltanto un sogno. Una delle regole più importanti che chi ama usare la moto deve rispettare è la sicurezza: la propria e di chi lo accompagna. Per questa ragione è bene scegliere sempre un abbigliamento consono. Via dunque a scarpe come sandali e infradito, sì a calzature che proteggono il piede anche – e soprattutto – in caso di cadute o necessità di poggiare il piede sull’asfalto. È essenziale scegliere le giuste scarpe da moto, calzature tecniche che sono ottime   compagne di viaggio.

Le scarpe da moto ideali per chi ama cavalcare la strada sono senza ombra di dubbio un bel paio di stivali con un gambale alto e parti rinforzate che rendono sicura la guida ma rendono ancora più protetti in caso di caduta, da qui la necessità di indossare scarpe che si aggancino ai protettori dei pantaloni da moto. Gli stivaletti che non arrivano sopra le caviglie offrono una protezione più bassa.

Estremamente consigliate sono le scarpe modello stivale, dotate di membrana impermeabile, che consentono prestazioni ottimali anche quando ci sono condizioni climatiche difficili; se poi hanno anche una suola in caucciù stratificata ed estremamente leggera, la calzata è ancora più confortevole. Un altro dettaglio importante è la fodera, che può essere realizzata in tessuto con componenti di microfibra scamosciata sul tallone per prevenire lo scivolamento del piede; associata a un proteggi-caviglia a doppia densità e stratificato sotto la tomaia, con imbottitura in schiuma di poliestere sulla parte posteriore che rende stabile la guida e protegge da escoriazioni e abrasioni da contatto con asfalto o terriccio. Nei modelli per motociclisti navigati, inoltre, diventa un optional essenziale il pannello riflettente di alta visibilità – posizionato sulla parte posteriore della scarpa – che rende il motociclista più visibile agli altri utenti della strada specie in assenza di una buona luminosità.

Se poi non si amano le scarpe alte fin sotto il ginocchio, c’è la possibilità di scegliere scarpe alte fino alla caviglia, in vari colori e modelli che offrono la garanzia di sicurezza e protezione in ogni momento della guida. In commercio esistono modelli con tomaia dal design deciso e fabbricate con tessuti morbidi, come la microfibra leggera, ma al tempo stesso duratura e resistente.

Le scarpe più tecnologicamente avanzate offrono una regolazione precisa e di comfort di chiusura perché allacciano in maniera strategica il piede, che così evita storte o abrasioni. Anche nelle scarpe più basse serve la cosiddetta saponetta laterale: alcuni modelli ne dispongono con un taglio ergonomico a livello delle dita del piede per dare una maggiore sensibilità sui comandi della moto e una maggiore resistenza all’abrasione.

L’importanza delle protezioni

Era da un pò di tempo che volevo scrivere un articolo riguardante le protezioni personali, ma ho sempre rimandato fin quando non si è presentato il momento giusto per parlarne. Se qualcuno mi ha seguito nei giorni scorsi sulla pagina facebook di GirandoInMoto o sulla mia pagina personale, avrà letto della mia caduta in terra lucana con l’Africa Twin. Ebbene, nonostante i dolori, la distorsione al piede ed i lividi vari, le conseguenze della scivolata sarebbero state sicuramente più gravi se non avessi indossato l’abbigliamento tecnico adeguato.

In una curva, l’anteriore della Zingara è scivolato sul brecciolino che non avevo visto, facendo perdere aderenza alla moto e la caduta è stata quindi inevitabile. Il piede destro si è girato all’indietro, così come il ginocchio, ed ho sbattuto poi braccio e mano al suolo. Il dolore è stato fortissimo, tant’è che ho pensato subito alla rottura della caviglia, ma dopo pochi minuti steso per terra, ho iniziato a fare dei movimenti per rendermi conto se ero in grado di alzarmi. Fortunatamente riuscivo a muovere piede e ginocchio e, non senza fatica e dolore, mi sono alzato ed ho sistemato la moto sul cavalletto. Il primo pensiero è stato “se non avessi indossato stivali, guanti, tuta e paraschiena, avrei potuto tranquillamente chiamare l’ambulanza”.

Fortunatamente sono molto rigoroso riguardo a questo argomento, e non permetto a nessuno di salire in moto con me se non ha almeno un pantalone lungo, i guanti e la giacca con le protezioni. In estate soprattutto, vedo gente salire sulle due ruote in pantaloncini e maglietta, con le ciabattine e senza guanti. Ed ogni volta rabbrividisco!!!

L’importanza di indossare abbigliamento tecnico in moto è fondamentale, perchè anche la caduta più stupida può avere conseguenze gravi se non adeguatamente protetti.

I guanti sono importantissimi, perchè in caso di caduta istintivamente sono le mani, la prima parte del corpo che utilizziamo per attutire l’impatto. Il giubbotto ed un pantalone lungo (i jeans non sono l’ideale ,ma sono sicuramente meglio di un pantaloncino corto o in lino) ci proteggono dall’attrito con il manto stradale che anche a bassa velocitá diventa una grattugia.

Gli stivaletti oltre ad avere le zone rinforzate su punta e malleoli, mantengono la caviglia compressa e limitano eventuali torsioni (come è successo a me) che possono provocare la rottura del piede.

Per ultimo, ma non di importanza, è il paraschiena. Secondo una mia opinione dovrebbe essere obbligatorio come lo sono le cinture di sicurezza in auto. Amici, con la schiena non si scherza! Un impatto con le vertebre puó provocare danni irreversibili come la paralisi! È inutile dire “tanto devo andare a prendere il caffè al bar”… Le insidie sull’asfalto e la distrazione nostra e di altri utenti della strada puó presentarsi dovunque.

In commercio si trova abbigliamento tecnico di buona fattura a prezzi discreti ed accessibili a tutti… È ridicolo spendere 300€ di scarpe delle note marche che vanno di moda e lesinare invece sull’abbigliamento che potrebbe invece salvarci la pelle. Come esempio vi lascio un pò di foto per farvi rendere conto di cosa vuol dire proteggersi….

DSC_0072

DSC_0071

DSC_0070DSC_0069DSC_0068DSC_0067