Archivi categoria: Umbria

Dove Mangiare: Osteria Numero Uno – Orvieto

Questa tranquilla e rilassante osteria, si trova nei pressi di Piazza del Popolo ad Orvieto, precisamente in via Ripa di Corsica n.2. Per la verità stavamo cercando un altro ristorante riportato nella guida Routard e, dopo aver chiesto alla gente del posto, abbiamo scoperto che il posto è questo, ma il nome del ristorante è cambiato. Un pò dubbiosi diamo una sbirciatina al menù esposto in una delle vetrine e decidiamo di entrare. Veniamo subito accolti dal cameriere che ci accompagna nella sala e ci fa sedere al tavolo. Una grande lavagna appesa alla parete riporta il nemù con i piatti del giorno, differenti da quelli alla carta. Dopo una breve consultazione con Clara decidiamo di prendere un antipasto di salumi misti per due, una tagliata di vitellone con rucola, pomodoro e grana per Clara ed un trancio di vitellone con pomodori secchi e mirto per me. Entrambi i piatti di carne erano saporiti e teneri.

Apprezziamo il fatto che il cameriere ci avverte che del piatto di carne da me scelto è rimasto un solo taglio piuttosto piccolo e che, semmai dovessi ancora preferirlo, il prezzo della portata sarebbe stato inferiore. Lo prendo comunque e la porzione, anche se piccola come descritta, era comunque adeguata.

Gli immancabili dessert erano costituiti da un dolce di ricotta con mandorle, gocce di cioccolato e pan di spagna inzuppato con sciroppo di rosmarino, mentre per Clara un dolce di albicocca e alchermes con panna e pan di spagna al cioccolato e scaglie di mandorle: entrambi ottimi!

Porzioni adeguate, personale preparato e gentile, locale intimo: cosa si chiede di più?

Ah, dimenticavo il prezzo: 49€ compreso di vino ed acqua, a nostro parere coerente con il servizio, la qualità e bontà dei piatti e la loro presentazione.

Visitato nel mese di luglio 2013

 

Osteria Numero Uno
via Ripa Corsina n. 2/A – Orvieto
Tel.: 0763341845
Cell.: 3406712765

2013 in moto – il video

Anche quest’anno, come di consueto, ho creato un video simile a quello dell’anno scorso, dove con una carrellata di fotografie, riepilogo quelli che sono stati i momenti ed i luoghi più significativi che ho vissuto a bordo della mia moto. Da solo o in compagnia di Clara. Toscana, Umbria, Veneto, Campania, Sardegna e l’indimenticabile Bosnia Erzegovina, fanno da sfondo a questo video che spero apprezzerete. Buona visione!

 

Toscana e Umbria 2013: Rientrati!!!

Ed eccoci a casa! Proprio questa mattina siamo sbarcati ad Olbia e circa un’ora fa abbiamo varcato la soglia di casa nostra, scaricato le valigie, lavati, sistemati, sbarbati e soprattutto abbiamo rinvangato i primi ricordi apponendo le calamite acqusitati nei vari paesi visitati sulla lavagna metallica che abbiamo in cucina.

Ora non mi resta che sistemare le foto (tantissime foto!) e gli appunti per il resoconto delle tappe e le recensioni di ristoranti ed alberghi visitati (ugualmente tanti!).

Toscana e Umbria 2013: XI giorno “realtime”

Ieri ci siamo diretti prima a San Quirico d’Orcia e poi lungo la Cassia per raggiungere Siena, attraversando campi di girasoli che solo una settimana fa, durante la nostra trasferta a Montalcino, erano ancora verdi. I fiori invece ora mostrano le loro corolle aperte, gialle e rivolte verso il sole che sorge dietro le dolci colline delle Crete Senesi.

Il traffico aumenta man mano che ci avviciniamo al capoluogo di provincia, da dove entriamo attraverso la maestosa Porta Romana. Troviamo alloggio in un piccolo albergo ad 1 stella, adorabile per i routard ma un pò misero per chi sta pagando 70€ a notte… In compenso c’è una bella vista sul Duomo e siamo a pochi passi dal centro. peccato che le campane della chiesa di Santa Caterina e quelle ancora piú rumorose di San Domenico abbiano suonato alle 6.30 del mattino!

Ieri pomeriggio Clara ha fatto acquisti nei negozi del centro (…le donne….) ed oggi invece ci aspetta una visita all’area del Duomo, visto che ieri abbiamo acquistato un biglietto cumulativo per vari Monumenti. Peccato che volendo visitare tutte le attrazioni della città ci vorrebbe mezzo stipendio, ma almeno il minimo lo dobbiamo fare!

Toscana e Umbria 2013: X giorno “realtime”

Siamo partiti da Orvieto abbastanza presto ed abbiamo percorso la SS 71,strada  alquanto messa male, per raggiungere e visitare brevemente la carinissima Città della Pieve. Successivamente abbiamo attraversato Chiusi e Chianciano Terme (tra le cui strade passeggiava solo gente anziana) per poi fermarci a Montepulciano. Bellissimo paese nei cui sotterranei nasconde stupende cantine dove viene prodotto il famoso vino Nobile (che non abbiamo potuto evitare di assaggiare!). Altra graditissima sorpresa l’ho avuta nel pomeriggio, quando ho rivisto un collega con il quale ho fatto il corso a Velletri 4 anni fa. E per concludere la giornata, visto che siamo nella Val di Chiana, non poteva mancare l’immancabile bistecca fiorentina da 1,620 kg che ho spolpato a dovere mentre una coppia di americani seduta al tavolo accanto al nostro, prima adocchiava, poi sorrideva ed infine ha fotografato la T-bone completamente ripulita dicendomi che il Texas potrebbe essere il mio luogo ideale per mangiare carne!

Oggi Siena ci aspetta!!!

Toscana e Umbria 2013: IX giorno “realtime”

Da Pitigliano abbiamo raggiunto Orvieto con un vento laterale abbastanza forte lungo tutto il tragitto. Fortunatamente siamo riusciti a beccare una camera di un B&B vicino al bellissimo Duomo e, scaricate le valigie, sono andato a parcheggiare la Mula nell’area privata dove la padrona della struttura ha in sosta la sua auto. Facendo manovra con l’intenzione di mettere la moto al lato della macchina, l’anteriore è finito in una zona di terra apparentemente compatta ma che in realtà nel sottosuolo era stata scavata dall’acqua, e la moto si è affossata così in profondità da appoggiarsi sui collettori e rimanere in equilibrio senza cavalletto. La fossa era molto profonda e nonostante gli sforzi da solo non sono riuscito a tirarla fuori. Mi è venuto in soccorso il fratello della proprietaria del B&B che, sollevandola di peso con non poca fatica, siamo riusciti a togliere l’anteriore dalla buca. Purtroppo una parte della carena inferiore si è spaccata ma non credo ci siano altri danni… O almeno lo spero. Più tardi vado a controllare in che condizioni sono le pinze dei freni ed i dischi, ma credo non ci dovrebbe essere nulla di grave visto che si trattava di terra molto friabile.

Certe volte si pensa che andando lontani possano aumentare le probabilità di incorrere in inconvenienti, ma sembra che questo mini-viaggio che sarebbe dovuto essere vissuto sotto il segno della tranquillità e del relax, abbia preso anche qualche risvolto negativo…settimana scorsa s’è bruciato l’interfono, oggi s’è infossata la moto…. Speriamo solo che “l’occhio” malefico di qualcuno che ci vuole male non abbia altre conseguenze!!!

Toscana e Umbria 2013: VII e VII giorno “realtime”

È a Pitigliano che abbiamo trovato alloggio per questa notte. Siamo nella Toscana del sud, a confine con il Lazio, in questo paese bellissimo. lasciano le colline delle Crete Senesi ci siamo tuffati nelle montagne della Maremma. Oggi il caldo si é fatto sentire già dalle prime ore della mattina. Mario, il proprietario dell’albergo a Montalcino, ci ha regalato una graditissima bottiglia di Brunello prodotto da lui in casa e ci ha detto, con la sua parlata in toscano purosangue “mi raccomando, quando tornate a casa tenetela 15 giorni a riposo perché con la moto il vino si sballotta e poi apritela almeno 4-5 ore prima, se non proprio il giorno prima!”. Davvero gentilissimo!!!

Purtroppo dell’Umbria riusciremo a vedere solo Orvieto, perchè è ormai rimasto poco tempo al nostro rientro, ma fin quando no. Raggiungiamo Livorno per l’imbarco tutto può ancora cambiare!!!

Toscana ed Umbria 2013: V e VI giorno “realtime”

Siamo a Montalcino, zona di un grandissimo vino rinomato in tutto il mondo: il Brunello! Ieri abbiamo trascorso la giornata nella regione del Chianti, visitando Castellina in Chianti e Greve in Chianti per visitare il Museo del Chianti Classico, ma il dover rientrare a Radda ci ha costretti a non degustare i vini della Cantina più foga d’Italia, dove si poteva acquistare una tessera ricaricabile che consente di selezionare direttamente i vini dai dispenser e decidere quali assaggiare tra le 140 etichette disponibili!!!

in serata abbiamo assistito al concerto molto interessante di Gabin Dabirè, mentre in nottata abbiamo ascoltato il breve ma intenso temporale che si è abbattuto sulla zona.

Stamattina abbiamo invece raggiunto le Crete Senesi che mostrano un paesaggio romantico. La prima visita è stata all’abbazia di Monte Oliveto Maggiore poi, una volta posati i bagagli in albergo, ci siamo recati presso la meravigliosa Abbazia di Sant’Antimo, dove sembra di tornare indietro nel Medioevo. A Torrenieri ci siamo fatti aprire le porte della cantina Abbadia Ardenga dove abbiamo visitato i locali e concluso con una degustazione di 4 vini ed una grappa di Brunello. Stasera cena leggera con un insalata ed una bruschetta, giusto per mettere la coscienza apposto, ma domani è un altro giorno!!!!

Toscana e Umbria 2013: III e IV giorno “realtime”

Ieri abbiamo lasciato Lucca e ci siamo diretti a sud dove, superata Pontedera, siamo entrati nella Toscana “vera”, quella fatta di colli ondulati, prati di grano, casali raggiungibili tramite strade sterrate fiancheggiate da file di abeti. A Lajatico abbiamo visitato il suggestivo Teatro del Silenzio e poi siamo arrivati nella bella Volterra. Stamani siamo entrati nel Chianti, precisamente a Radda, da dove abbiamo prima visitato le cantine di Castello d’Albola con relativa degustazione guidata e poi, dopo pranzo, siamo stati tra le colline ed i vigneti che circondano il borgo medievale di Volpaia. Domani altre curvette nel Chianti e poi giù nelle Crete Senesi!!!

Toscana e Umbria 2013: II giorno “realtime”

Siamo appena rientrati dopo un bellissima giornata trascorsa in Garfagnana. In mattinata abbiamo visitato la bellissima Barga con la sua chiesa e gli stretti vicoli dove è bello prendersi e scoprire scorci caratteristici. Successivamente siamo saliti sul passo delle radici a 1500 m.s.l.m. e mangiato polenta con funghi capriolo e cinghiale. Poi è stata la volta di una visita al lago di vagli ed infine alla fortezza di verrucole. Insomma, la Garfagnana merita di essere visitata! Ora doccetta e poi cena!!!