Archivi tag: pneumatici

Comprare gomme online? Ecco come fare

Le gomme sono il prodotto più importante tra quelli che non vengono realizzati direttamente da una casa produttrice di moto, auto o qualsiasi altro mezzo a motore. Rappresentano il mezzo di contatto tra la nostra moto e il terreno, e alle gomme è demandata una parte importante della tenuta di strada, dell’accelerazione, della frenata e della stessa comodità di marcia. Per non parlare dei consumi di carburante. Una buona gomma, ovviamente alla giusta pressione, può esaltare tutte le prestazioni del mezzo, e garantirne la massima sicurezza. Allo stesso modo una gomma scadente, o una pressione errata, possono peggiorare le prestazioni, i consumi, e soprattutto mettere in pericolo la nostra sicurezza.

Per tutti questi motivi, noi motociclisti mettiamo molta attenzione nella scelta delle gomme, confrontando le nostre esperienze con gli altri appassionati, sia sui forum, sia “al bar”, e potendo quindi far tesoro dell’esperienza concreta di appassionati come noi. Una volta ristretta la scelta su alcune marche, e alcuni modelli di gomma, è ovviamente necessario fare anche i conti con il nostro budget, verificando i prezzi della gomma che abbiamo scelto, per la misura che serve a noi, o meglio alla nostra moto. Il modo più rapido per verificare velocemente i prezzi, e trovare ottime offerte, è proprio quello di rivolgersi a siti specializzati nella vendita di pneumatici auto e moto, come SpecialGomme, che ci permettono di beneficiare, anche per questo acquisto, della convenienza e della libertà di scelta che il web ci può garantire.

È possibile verificare la disponibilità di marche e modelli per la misura che ci serve, controllare le caratteristiche di ciascun modello, tra cui resistenza al rotolamento, prestazioni sotto la pioggia e rumorosità, e ovviamente avere a colpo d’occhio il prezzo, sempre molto competitivo. Se decidiamo l’acquisto, possiamo ricevere gli pneumatici tra 3 e 7 giorni lavorativi, e la spedizione è gratuita. Per il montaggio degli stessi, è possibile rivolgersi a uno dei numerosi centri montaggio convenzionati disseminati su tutto il territorio nazionale. Non vengono mai consegnate gomme prodotte da più di 36 mesi, e viene offerta una garanzia di 3 anni a decorrere dopo i 2 che per legge la casa costruttrice del pneumatico deve riconoscere. Acquistare delle nuove gomme per la nostra moto, non è mai stato così facile e conveniente.

In Prova: Pneumatici Metzeler Karoo 3


0;8;16;21;28;_storage_sdcard0_DCIM_Camera_IMG_20140403_172651Quando entrarono sul mercato questi pneumatici, ricordo se ne parlò molto come ottimo compromesso per chi ai soliti giri su asfalto voleva combinare anche quelli su sterrati e tratti in off-road.

Prima di esprimere la mia opinione, tengo a precisare che è il primo ed unico set di pneumatici con tassello che utilizzo, quindi non ho termini di paragone e tutto ciò che scriverò in questo articolo, sono impressioni personali che però ho trovato piuttosto condivise quando ho scritto e letto su forum o pagine facebook.

Comprando l’Africa Twin, ho sentito subito l’esigenza di montare pneumatici di questo tipo e la scelta è ricaduta sui Metzeler Karoo 3. Fino ad ora ho utilizzato un anteriore e due posteriori (quest’ultimo sostituito a settembre prima di partire per l’Albania).

Che dire: le mie opinioni sono un po’ contrastanti. Nel senso che in alcuni momenti mi sono piaciute, in altri un po’ meno. Con questi pneumatici ho percorso le strade di Sardegna (ovviamente), Campania, Basilicata, Albania, Bosnia, Montenegro e Croazia, sotto il sole, sotto la pioggia, nel fango, nei guadi, sulle rocce, sulla terra….quella che mi manca ancora è la sabbia.

Il design è indubbiamente accattivante: bello e con simmetrie alternate, dona alla moto quel senso di “aggressività” che non guasta.

Inizio dalla durata: diciamo che sono abbastanza soddisfatto. Essendo un pneumatico comunque semitassellato, mi aspettavo un consumo maggiore del battistrada, ma i circa 10.000 km dell’anteriore ed i 7000 del posteriore (ed ancora ne ho un altro po’ da consumare), sono accettabili. Da tener presente che il mio peso, oltre a quello dei bagagli durante i vari viaggi, influiscono in maniera significativa. Ovviamente il consumo non è regolare su tutta la gomma, poiché nell’area centrale è maggiore.

Per il feeling di guida mi sono piaciute moltissimo su asfalto asciutto, pietre e terra: aggrappano bene senza slittare più di tanto, e specialmente sulle pietre un po’ più grosse e nella terra battuta, trasmettono una buona sensazione di guida. Appena però incontrano pioggia e fango non danno più molta fiducia. Infatti in queste ultime condizioni bisogna stare attenti ad agire sulle leve dei freni (per le moto sprovviste di ABS) ed all’angolo di piega. La sensazione della moto che non è stabile sull’asfalto bagnato si sente subito, mentre nel fango è con l’anteriore soprattutto che si sente la perdita di controllo del mezzo.

Alle bassissime velocità i tasselli dell’anteriore trasmettono le loro scanalature sul manubrio, ma (forse a causa delle vibrazioni e del rumore della mia Africa Twin) non mi sono sembrate particolarmente rumorose.

Per concludere, i Metzeler Karoo 3 sono pneumatici che forse ricomprerei nuovamente, ma prima mi piacerebbe provare altri semitassellati di altre marche per valutarne le differenze ed ulteriori pregi e difetti. Sicuramente sono un buon compromesso per chi utilizza una moto sia in fuoristrada che su asfalto, in grado di percorrere un bel po’ di chilometri, ma ricordando che non sono né prettamente stradali, né tantomeno per l’off-road.

Come scegliere gli penumatici per la propria moto

Ecco un argomento tanto vasto quanto ostico da affrontare. Sinceramente, anche io ogni volta che devo cambiare gli pneumatici alla mia moto, entro in un vortice che sembra non avere fine.

Come spesso accade prima di procedere all’acquisto, credo che ognuno di noi ha smanettato sul web alla ricerca di opinioni, considerazioni, prove e quant’altro interessa un particolare modello o marca. Ecco quindi che, per ogni pneumatico se ne sentono di cotte e di crude: chi afferma di aver percorso 15000km, chi solo 3000; chi dice di aver fatto curve toccando il gomito sull’asfalto, chi invece sente la moto scivolare…

In generale, per ogni tipologia di moto esiste una fascia di pneumatici che pressappoco ogni azienda produce. Si va dalle racer pure e quindi adatte ala pista, a quelle sportive; dalle touring alle sport-touring; dalle semi-tassellate alle tassellate da puro enduro.

Altra cosa da tener presente è che esistono modelli omologati per la strada ed altri idonei solamente alle competizioni che, di conseguenza, per strada non si possono e non si devono utilizzare.

Allora la domanda sorge spontanea: che modello scegliere?

In base alla mia esperienza, posso rispondere solo con una parola: dipende.

Mi spiego meglio. Dipende innanzitutto dalla moto e, a pari livello, da quello che noi stessi dobbiamo fare con quella moto. E’ inutile che monto un tassellato o un semi-tassellato su una BMW R1200GS, se poi già so che non percorrerò mai strade bianche… magari voglio fare il figo e le compro lo stesso, ma devo essere cosciente che un pneumatico del genere avrà una scarsa durata sull’asfalto ed una minore aderenza in curva e sul bagnato.

Ecco quindi che già abbiamo fatto una prima scelta. A questo punto, se scegliamo una tipologia stradale dobbiamo capire se buttarci sugli pneumatici che hanno maggiore tenuta o che ci garantiscano una percorrenza maggiore. Generalmente gli pneumatici a maggiore tenuta sono quelli che presentano meno scanalature ed hanno una mescola più morbida. Viceversa, quelli che sono più idonei al viaggio, hanno scanalature più frequenti e profonde (per drenare meglio l’acqua sull’asfalto) ed una mescola più dura.

Oltre alla destinazione d’uso del proprio mezzo a due ruote, bisogna tener presente altri fattori per una giusta ed intelligente scelta dello pneumatico: il peso della moto, il nostro stile di guida, l’eventuale carico da trasportare.

Prendendo come esempio il mio caso, possiedo due moto completamente differenti tra loro: una sport-touring Kawasaki 1400GTR ed un’Africa Twin RD04.

La prima so che è una moto destinata ai viaggi, deve sopportare un carico elevato ed essa stessa ha una certa massa (320 kg circa), generalmente trasporta me e mia moglie, e viene utilizzata praticamente tutto l’anno. Per questa moto ho sempre scelto pneumatici che mi consentono una discreta aderenza (non cerco la piega al limite), un’ottima percorrenza (copro distanze non inferiori a 10.000 km l’anno senza fare chissà quali lontanissimi viaggi) e che mi diano una certa garanzia anche sul bagnato (non dimenticherò mai nessuno dei temporali affrontati durante i miei viaggi!).

Per l’Africa Twin invece, scelgo pneumatici semitassellati o comunque (per affrontare viaggi più lunghi) che presentano caratteristiche idonee all’off-road leggero. Questo perchè se non cerco la “piega” con la Kawa, figurarsi con un’Africa Twin! E poi è una moto destinata sia ai viaggi che alle strade bianche. Un tassellato al 100% non avrebbe senso se metto in conto di guidarla anche su asfalto, mentre la tipologia di pneumatico scelto, mi consente di fare l’uno e l’altro.

Per concludere, voglio solo ricordare le ultime cose importantissime: le misure degli pneumatici idonei ad essere montati sulla nostra moto è riportata sulla carta di circolazione, così come l’indice di velocità (che spesso viene trascurato, ma è una caratteristica costruttiva fondamentale degli pneumatici).

Quando acquistiamo un set di pneumatici, chiediamo sempre il mese e l’anno di produzione: non dimenticate che è buona norma montare coperture non più vecchie di due anni dalla data di produzione. Oltretutto se i nostri pneumatici non sono completamente consumati ma ormai li abbiamo montati da oltre due anni, non pensiamoci due volte a sostituirli, ne và della nostra sicurezza e di quella degli altri!!!

E ricordate: partire sparati come missili al semaforo, serve solo a ridurre la durata dei nostri pneumatici… chi è in macchina o i passanti che ci vedono partire a tutto gas, certamente non dicono “ohhhhh!!! ma guarda quello come guida bene la moto!!!”

Buona strada a tutti!